di Erminia Zuccaro

CASSANO – Adotta una fontana. In questo caso è quella della villa comunale di Cassano e i familiari adottivi sono i tesserati della Polisportiva Magna Graecia. L’adozione è avvenuta tramite protocollo d’intesa tra il Comune di Cassano e il presidente della Polisportiva, Aldo Iacobini.

La fontana era stata sfregiata nei mesi scorsi da vandali ignoti. L’elaborato tecnico per il recupero della fontana, è stato redatto dall’architetto Damiano Giuseppe Corso, che ne è anche direttore dei lavori ed è stato approvato dalla Soprintendenza Archeologica Bella Arti e Paesaggio per le Province di Catanzaro, Cosenza e Crotone, Mibac-Sabap-CS.

La Commissione Straordinaria del Comune di Cassano nel favorire il principio di sussidiarietà e il coinvolgimento attivo del mondo dell’associazionismo, nell’ambito delle proprie politiche di salvaguardia, cura dell’ambiente e dell’arredo urbano, ha concesso in favore della Polisportiva Magna Graecia Asd di Cassano all’Ionio l’autorizzazione per l’adozione, il ripristino e il recupero della Fontana nella Villa Comunale, nel rispetto della progettazione presentata a approvata dalla Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Cosenza.

La spesa per i servizi di progettazione specialistica, della manodopera specializzata riguardante i lavori di ripristino e recupero della fontana sono a totale carico dell’Associazione.

La Fontana monumentale adottata dovrà essere conservata nelle migliori condizioni d’uso e con la massima diligenza e l’associazione non risponderà di eventuali danni causati da soggetti terzi. L’intervento di ripristino e recupero della Fontana dovrà essere concluso entro 6 mesi dalla firma del presente Protocollo d’Intesa e della consegna degli atti autorizzativi da parte del Comune di Cassano. A conclusione dei lavori di ripristino e recupero, l’ente locale eserciterà un controllo di conformità al progetto presentato e approvato.