di Aldo Jacobini

Cassano all’Ionio - 27 settembre 2019: Nella suggestiva location del Teatro Comunale sono stati consegnati i "Riconoscimenti Speciali e la Cittadinanza Onoraria ai vincitori della 33^ edizione del Premio Nazionale “Troccoli Magna Graecia”.

La cerimonia si è svolta alla presenza del prefetto della provincia di Cosenza dott.ssa Paola Galeone, del commissario straordinario Mario Muccio, che amministra il comune di Cassano insieme al dott. Roberto Pacchiarotti e alla dott.ssa Rita Guida, del Segretario Generale aggiunto della FNSI Carlo Parisi, del presidente del Circolo della stampa “Pollino Sibaritide” Mario Alvaro, del dott. Carlo Ponte, presidente del consiglio di amministrazione dell’Istituto “Casa serena”, del giudice tributario dott. Tonino Gaetani, del vice comandante della locale Tenenza dei carabinieri Cristian Di Martino, dell’ex sindaco on.le Giuseppe Aloise e del giornalista ideatore del premio Martino Zuccaro.
Il Premio, uno dei più longevi di Cassano e della Calabria, è stato organizzato dal Centro Studi Cresesm e dal mensile Prospettive Meridionali, in collaborazione con il quotidiano “Giornalisti Italia”, e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Mibac, della Città di Cassano, del Consiglio e della Giunta della Regione Calabria, del Sindacato Giornalisti della Calabria, della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, del Consiglio Regionale dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria e del Circolo della Stampa Pollino Sibaritide.
La cerimonia di consegna dei riconoscimenti è stata coordinata dal responsabile della Comunicazione Istituzionale del Comune di Cassano, Mimmo Petroni, intervallata da intermezzi musicali proposti dai giovani musicisti della Jazzopoli Band.


La pergamena della “Cittadinanza Onoraria” è stata conferita a: Leandro Ventura (per la Saggistica) Direttore dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia del MIBAC; Rita Fiordalisi (per la Ricerca), Direttrice della Biblioteca Nazionale di Cosenza; Andrea Camporese (Carriera giornalistica), già Presidente dell’INPGI e Vice Capo Redattore Rai Venezia; Stefania Chiasellotti (Targa “Francesco Toscano/Opera prima”. “Riconoscimenti Speciali”, invece, sono stati conferiti a: Maddalena Fanigliulo (Saggistica); Iolanda Aita (Fotografia); Salvatore La Moglie (Saggistica); Franco Bartucci (Ricerca).
I destinatari dei riconoscimenti, commossi e orgogliosi, hanno dichiarato di essere particolarmente grati alla Commissione straordinaria per aver organizzato, per il secondo anno consecutivo, l’attribuzione della cittadinanza onoraria a personalità del mondo culturale, giornalistico ed istituzionale, provenienti da Roma, Venezia, Taranto, Cosenza, Amendolara e da Cassano. Il Commissario Mario Muccio si è scusato per la sobrietà con cui è stata organizzata la manifestazione che è l’ultima sotto la gestione commissariale, in quanto la imminente presentazione di liste e candidati potrebbe instaurare eventuali motivi di polemica o di strumentalizzazioni.

Martino Zuccaro ha rammentato quanto ebbe a dichiarare la Commissaria straordinaria Rita Guida, a proposito della valenza culturale dello stesso premio, e cioè: <<Per quanto ci riguarda come Commissione straordinaria, finché saremo in carica, faremo sentire la nostra vicinanza all’intera comunità, in modo particolare ai giovani impegnati con successo nella ricerca, nell’arte e nella cultura. Questa comunità merita modelli e figure eccellenti, per ambire a crescere nella pace sociale e nello sviluppo economico, sociale e culturale>>.
Zuccaro, tra l’altro, ha rammentato l’entusiasmo e la disponibilità a venire a Cassano, da Palermo, per ritirare lo scorso anno la cittadinanza onoraria della Città Cassano, mettendo in evidenza lo sfilacciamento sociale e le difficoltà territoriali oggettive; ma tratteggiando, inoltre, che il Premio ha fatto giungere a Cassano rettori, pro rettori e docenti delle università di Bari, Lecce, Urbino,Teramo, Messina, Sassari, Roma La Sapienza, Roma Tor Vergata, il rettore della Pontificia Università Gregoriana lo spagnolo cardinale Urbano Navarrete, Napoli Federico II, Camerino, Catanzaro, Reggio Calabria e Unicalabria.

Nel corso di oltre un trentennio sono stati valorizzati e apprezzati numerosi studiosi e neolaureti di Cassano, tutte personalità di alto spessore culturale.